Passa ai contenuti principali

PERDERSI, ANCORA.



Credo, e ne sono fermamente convinta, che non ci sia nulla di più terapeutico del perdersi. Che sia in una città. Nella mente di qualcuno. Negli occhi, nei sorrisi o nei pensieri. Un pò affollati, un pò caotici un pò problematici ma anche a volte fermi e spenti. 

Perdersi è la più grande forma delle metamorfosi possibili. Un viaggio trascendentale accompagnato da un brivido misto ad eccitazione.Poi è tutto gratis. Che non si dica che da queste parti non si sta attenti alla crisi.

Come quando si è di fronte ad un bivio e la strada di casa è quella a destra ma tu prendi quella a sinistra perchè è presto. Di tornare a casa non hai voglia e c'è ancora quella luce che illumina le strade e i nostri occhi. Perdersi tra i vicoli, a testa in su catturata dai dettagli di palazzi meravigliosi e maestosi. Perdersi tra i bar e tra la gente seduta ai tavolini. Perdersi tra le storie di quella gente. Perdersi in villa Ada che poi è un attimo che ti ritrovi a Narnia. Io sono convinta che lì si trova la mia porta.
Perdere la cognizione spazio temporale che non sai se oggi è mercoledì o forse giovedì. Perdersi l'ora del the che non si è mica in Inghilterra dove è celebrato e rispettato, meglio perdersi da Ladureè che dei macarons non si ha mai abbastanza e ti ritrovi in compagnia di Maria Antonietta in una Parigi trasgressiva. 
Perdersi o meglio tuffarsi in strati di biscotto e tiramisù che se si è a Roma da Pompi si rischia di perdere la testa.

Perdere la testa in cose che ci piacciono. Un profumo buono che sa di casa. Torta di mela calda e di cose che ci mancano. Rossetto rosso in fondo alla borsa e occhiali da sole. Perdere l'equilibrio anche a piedi nudi. Sentirsi Alice nel Paese delle Meraviglie.

Perdersi per poi ritrovarsi per poi continuare a perdersi ancora.

Perdersi in quello che non avresti mai il coraggio di perderti. 
Perdere l'amore urlando nelle sere d'estate ma anche nei karaoke familiari di natale "maledetta sera".

A Roma e a tutte le città caotiche.
Al mio luogo di pace che poi tanto luogo non è.






Posta un commento

Post popolari in questo blog

FASHION | TEMPO DI SALDI

E’ decisamente arrivata l’estate, ma quella calda, afosa e “stancante”. Non ci fa pensare altro che poter stare in riva al mare, a sorseggiare una bibita fresca, in pieno relax senza il rischio di evaporare come se stessi in città. Ebbene si, vi scrivo ancora dalla città e di andare in vacanza è ancora presto, ma in questi giorni mi sono consolata molto bene. Gironzolando sui vari siti in vista dei saldi e con i trenta gradi all’ombra mi sono data allo shopping online.

La chioma...splende! (Beauty)

Ciao bellezze.
Eccomi con un altro post Beauty. Oggi si parla di capelli. Soprattutto come curarli e domarli.
Personalmente mi piace variare, come avrete notato. Non prediligo necessariamente dei prodotti rispetto ad altri. Li provo tutti e poi valuto quale potrebbe andarmi bene.
Per quanto riguarda il tema CAPELLI, giuro che ne ho provate di ogni. Mai uno che riesca a soddisfarmi pienamente. Ho dei capelli un pò particolari. A me non piacciono per niente!! A mio modo cerco di domarli come meglio mi riesce. Avendo capelli abbastanza secchi sulle punte e un pochetto doppi tendono ad incresparsi facilmente. Ok, ad immaginarli sembra che vado in giro con un gatto morto in testa!!! Tranquilli è esattamente così. ;) eheh
Causa capello abbastanza particolare cerco di curarlo al meglio ma, come potete notare, non vado alla ricerca di prodotti super costosi. Cerco di usare prodotti facilmente accessibili a tutti e molto low cost. Penso che la qualità non sia collegata al costo, ma questo in …

TRAVEL | ROADTRIP GARGANO: CHIANCAMASSITTO

Sapete quando si ha la felicità a portata di mano ma non la si preferisce perchè si fa caso sempre alle cose che non si hanno piuttosto a quelle che si hanno. Diamo molto più valore alle cose che ci mancano o che non possiamo avere con la certezza che le medesime potrebbero farci star bene, potranno renderci felici!