Passa ai contenuti principali

Il Galateo...prima di tutto!


Ciao amiche,
oggi post un po' particolare.

Si, perché oggi si parla di galateo. Soprattutto a tavola.

Non sono una bacchettona ma quando si sta in particolari situazioni preferisco le buone maniere. Insomma l'educazione non passerà mai di moda!

Oggi vi parlo di quelle che sono le "regole" a tavola.



 Come presentare la tavola da pranzo.
Cioè apparecchiarla nel miglior modo possibile. Per renderla accogliente per noi e per i nostri ospiti.

Una cena di lavoro, una cena con il proprio partner o semplicemente in famiglia.
E' un momento in cui ci si siede attorno ad una tavola per chiacchierare e condividere il pranzo, e perché non farlo con stile?!

"Ci sono uomini che pensano alle buone maniere come un soprabito. Da indossarlo appena si esce di casa e da appenderlo appena si fa ritorno."

Ho sempre pensato anche all'accoglienza degli ospiti.

Si come in quei film un po' retrò, dal sapore antico che adoro .
Dove le buone maniere e il BON TON dettano legge.

Pariamo da come si apparecchia la tavola da pranzo.
Oggettini e vari accessori ormai ne è pieno il mercato e tante volte mandano in confusione chi deve usarli.
I punti interrogativi sulla nostra faccia sorgono spontanei sul nostro viso quando ci sono oggetti a noi sconosciuti e ci chiediamo "Questo dove lo metto??".

Ecco l'arcano sta per essere svelato.


COME APPARECCHIARE LA TAVOLA: Comincerei dal tovagliolo. Io lo prediligo semplice. Piegato a due e messo al centro del piatto o di lato sulla sinistra. Non mi piace quando è tutto spiegazzato o che riproduce delle figure.  Di cattivo gusto e non molto igienico. In alcuni paesi non è proprio considerato di buona educazione e viene lasciato semplicemente sulla sinistra dell'ospite.

Passando ai piatti, è buona educazione applicare un sottopiatto da coprire la tovaglia che c'è sotto i piatti. Soprattutto in occasioni particolari. Da non poter rendere nuda la vista durante le varie portate.
Il piattino del pane va posato in alto a sinistra. 

Passando alle posate. Famoso punto interrogativo per milioni di casalinghe e commensali. A sinistra vanno deposte le forchette. Quella per il pasto, per il pesce e per l'insalata. Tutte con i "dentini" rivolti verso l'alto. Passando alla sinistra si comincia con il coltello. Lama rivolta verso l'interno SEMPRE!! Se poi tra le pietanze è previsto anche l'utilizzo di cucchiai e altro, fanno seguito al coltello sulla sinistra.

Per il dessert, le posate vanno poste in alto, parallelamente al piatto e tra il piattino del pane e ai vari bicchieri posti in alto a destra.

Altro grande punto interrogativo sono i famosi bicchieri. Vanno deposti sempre in alto a destra prendendo come punto di riferimento la punta del coltello. Formando sia una linea o un triangolo. Io preferisco la linea. Più pratico e meno "disastroso". Ovviamente se vi è la presenza di un solo tipo di vino, il bicchiere dell'altra tipologia non viene messa in tavola. Ma generalmente, per le grandi occasioni, vi è la presenza di entrambi i bicchieri. Viene posizionato prima il calice del vino rosso, poi quello del vino bianco ed infine, di dimensioni più grandi, il bicchiere utilizzato per l'acqua.

Varie tipologie per apparecchiare, in ogni situazione e tipologia. 





 Personalmente non pranzo o ceno utilizzando sempre queste regole. Quando ho ospiti cerco di prendermi cura di loro sempre!
 Ma se qualcuno si vuole bene più del normale che si faccia spazio alle buone maniere. ;)

Sinceramente quando penso al una tavola imbandita per un pranzo non posso non pensare ad un centrotavola. Qui la mia creatività non ha limiti. 
Si possono personalizzare. Sia per gli ospiti ma anche per il periodo in cui ci si trova.
Natale, carnevale, primavera, autunno....ecc.







Due sono le regole a cui mi affido sempre. Attenzione alle altezze.Possono impedire la vista tra i commensali ma soprattutto la comunicazione. E se a tavola non ci si può parlare allora la nostra missione non è riuscita. 
Attenzione a quando utilizzate le candele. Io utilizzo sempre quelle non profumate. Possono creare fastidio e coprire il buon odore del cibo. 

Adoro i fiori, questo ormai non è un segreto!!

Bacioni amiche e spero di essere stata utile come sempre.

xo Angela :)


Posta un commento

Post popolari in questo blog

FASHION | TEMPO DI SALDI

E’ decisamente arrivata l’estate, ma quella calda, afosa e “stancante”. Non ci fa pensare altro che poter stare in riva al mare, a sorseggiare una bibita fresca, in pieno relax senza il rischio di evaporare come se stessi in città. Ebbene si, vi scrivo ancora dalla città e di andare in vacanza è ancora presto, ma in questi giorni mi sono consolata molto bene. Gironzolando sui vari siti in vista dei saldi e con i trenta gradi all’ombra mi sono data allo shopping online.

La chioma...splende! (Beauty)

Ciao bellezze.
Eccomi con un altro post Beauty. Oggi si parla di capelli. Soprattutto come curarli e domarli.
Personalmente mi piace variare, come avrete notato. Non prediligo necessariamente dei prodotti rispetto ad altri. Li provo tutti e poi valuto quale potrebbe andarmi bene.
Per quanto riguarda il tema CAPELLI, giuro che ne ho provate di ogni. Mai uno che riesca a soddisfarmi pienamente. Ho dei capelli un pò particolari. A me non piacciono per niente!! A mio modo cerco di domarli come meglio mi riesce. Avendo capelli abbastanza secchi sulle punte e un pochetto doppi tendono ad incresparsi facilmente. Ok, ad immaginarli sembra che vado in giro con un gatto morto in testa!!! Tranquilli è esattamente così. ;) eheh
Causa capello abbastanza particolare cerco di curarlo al meglio ma, come potete notare, non vado alla ricerca di prodotti super costosi. Cerco di usare prodotti facilmente accessibili a tutti e molto low cost. Penso che la qualità non sia collegata al costo, ma questo in …

TRAVEL | ROADTRIP GARGANO: BAIA DI VIGNANOTICA

Il Gargano per me è vacanza estiva a tutti gli effetti. Anche se ogni estate parto alla scoperta di nuovi posti, non passa estate che non faccio tappa in una delle splendide spiagge del Gargano.

Ogni estate scopro una spiaggia nuova. Qualcuna segreta, un'altra ormai diventata troppo turistica. L'altra inusuale e nascosta, insomma ogni estate una scoperta.
Il Gargano è famoso per location e paesini come Vieste, Peschici e per i meno frequentatori vi consiglio anche Mattinata.